Il fancazzismo delle jene

Il fancazzismo delle jene

Belfagor metteva proprio paura. Dopo aver visto una puntata dove di solito il fantasma del Louvre manco appariva, si andava a dormire preoccupati, per non dire terrorizzati. Il buio faceva il resto.Il fatto che del fantasma non ci fosse l’ombra non è secondario, c’era tutta un’arte della dilazione, tutto un ammiccare al mistero che non si faceva vedere ma si intuiva che c’era, che è poi il segreto di ogni buona suspence.
Tra l’altro si trattava di un fantasma di fantasma, nel senso che Belfagor non era neanche uno spirito ma una donna in carne e ossa. Come del resto Il fantasma dell’opera, cult movie di quegli anni.
A differenza di Casper, di Patrick Schwarz (Gosth) e dei casi capitati ai Gosthbusters, i cacciatori di fantasmi per eccellenza, anche se John Landis, il regista, scelse due comici come Bill Murray e Dan Akroyd per dare fin dall’inizio un’atmosfera stralunata e demenziale alla storia.
Una roba alla Grande Lebosky, più o meno.  Con in più la minaccia sovrannaturale, in meno il gioco dei malintesi e l’arguta banalità dei dialoghi, così insignificanti da sfiorare il nonsense.
In questo i fratelli Cohen si danno la mano con Tarantino. Il dialogo tra Mister Blue, Mister Brown e gli altri mister colore (ma tutti vestiti in bianco e nero come i Blues Brothers) all’inizio di Le Iene è un capolavoro di fancazzismo dove dei killer stagionati dissertano sui testi di una canzone di Madonna.
Questa dissonanza tra dialoghi e contenuto delle scene (le iene stanno preparando una rapina) la si trova anche con la musica. In Arancia meccanica Alex e i suoi menano di brutto lo scrittore canticchiando Singin in the rain, e in Full Metal Jacket i soldati americani avanzano nella giungla cantando la canzone di Topolino.
Tra l’altro Le Iene, il film di Tarantino, è un quasi remake di Rapina a mano armata che è proprio di Stanley Kubrick.

Pier Giuseppe Cavalli

10603278_309230999262195_1464152077524482874_n (1)

Nucleo – olio su tela 30×30 – 2015 – Pier Giuseppe Cavallli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pillole PoP - © 2017