Siamo tutti lillipuziani

Siamo tutti lillipuziani

Il mondo si è ingrandito come in un vecchio romanzo di H. G. Wells (Il cibo degli dei). Parlando di automobili, la Mini Minor di una volta potrebbe stare tranquillamente dentro una di adesso, farle da posacenere. Non parliamo della Cinquecento, che nasceva proprio come utilitaria tascabile da parcheggiare ovunque, anche sui gradini del condominio, sulla soglia della salumeria.
Oggi i condomini ci sono ancora, le salumerie no.
Al loro posto, immensi iperultramegacentri commerciali, dove non è facile accedere. Li vedi stando ancora in un’altra provincia, ma una volta nei pressi devi sudare le proverbiali camicie per entrare.
Intanto individua come si entra in parcheggio: sopraelevato, interrato, esterno, interno, adiacente con multa, lontano senza multa ma con furto.
Poi guadagna l’ascensore e inizia a decifrare la pulsantiera, solitamente con numerazione maya. Oppure sali le scale che possono essere: mobili, tapis roulant (così lenti che pare vadano indietro), mobili-immobili perché fuori servizio, gradini vecchio stile ma trasparenti con effetto vertigine incorporato, di servizio, di sicurezza, di emergenza.
Poi orientati con la mappa cercando innanzitutto il voi siete qui.
Ovviamente occorre essere equipaggiati, altrimenti si rischia grosso. Thermos, panini, integratori alimentari, tutta roba necessaria per sopravvivere a chilometri e chilometri di marcia forzata.
Senza dimenticare che, dove hai parcheggiato, specie fameliche di Suv guardano ingorde la tua Micra. I Suv hanno
definitivamente vinto la lotta per la sopravvivenza combattuta contro le station wagon.
Veder comparire una macchina di quarant’anni fa ormai equivale all’apparizione della madonna. Una 850 o una 127 campagnola che si affaccino all’orizzonte farebbero inginocchiare un ateo, una Ritmo farebbe pregare tutti in direzione di Torino.
Anzi di Detroit.

Pier Giuseppe Cavalli

10603278_309230999262195_1464152077524482874_n (1)

Specchietto retrovisore – olio su tela- 40×40-2009 -Pier Giuseppe Cavalli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pillole PoP - © 2017