Io non imito, copio!

Quando Ray Davies, leader dei Kinks, vide uscire l’album Tommy degli Who cadde in depressione: gli avevano tolto il titolo di autore della prima opera rock della storia.

Sono solo canzonette

Verso la fine degli anni settanta anche la musica italiana popolare si modernizzò con ritmi scattanti. I vari cantanti della vecchia guardia, i Claudio Villa, Domenico Modugno (che era anche autore), Gianni Morandi e Nazzaro, Marisa Sacchetto e Sannia, e via dicendo, vennero sostituiti da giovinastri come Viola Valentino, (Donatella) Rettore, Umberto Balsamo, Loredana Bertè.

Pillole filosofiche

Fare domande non va più di moda. Prima sì, o perlomeno la trasmissione televisiva più seguita dagli italiani era quella di Mike Bongiorno. I quiz imperavano. Oggi nessuno si prende più la briga di domandare questo o quello: semplicemente va su internet, si informa.

L’oco dell’Orinoco

Che il Gran Mogol sia in realtà il fratello gemello di Ciccio? Difficile. Intanto i personaggi della banda Disney raramente sono fratelli. Di solito si parla di cugini, zii, nipoti, e il caso di Qui Quo e Qua o di Emy Evy ed Ely è più un effetto speciale di sdoppiamento, anzi striplamento, che il disegno di caratteri distinti.

Geniale!

Praticamente il contrario dei cartoni animati di oggi, che appunto non si può più chiamarli così perché sono “tridimensionali”, La Linea era la protagonista di una reclame che pubblicizzava le pentole Lagostina. Era proprio una linea.

1974: l’incontro del secolo

Quello tra Cassius Clay e George Foreman fu davvero un evento epocale. I due pugili più forti del mondo si affrontavano a Kinshasa capitale dello Zaire, ex Congo belga e oggi Repubblica del Congo. Per la precisione Muhammad Alì ex Cassius Clay abbatté George Foreman a quel punto ex campione del mondo.

Supervitamine!

Carissimo, rissoso, irascibile Braccio di ferro! Fu un azzardo per Segar, il suo creatore, presentare un eroe brutto e sdentato. Ma ebbe successo.

Io non sono un numero

Excalibur è la prima arma a riconoscimento digitale dell’immaginario collettivo. Anche il martello di Thor, a pensarci bene. Tutta roba che risponde solo al tocco del padrone come un cane fedele.

Il grigio sta bene con tutto

Le macchine (nel senso di automobili) di oggi sono tutte grigie. O quasi. Se si fa una prova mettendosi davanti a una via di passaggio e si contano le prime cinquanta macchine in transito, più della metà sono grigie.

Ragnatele ascellari

L’effetto nostalgia è una brutta bestia. Nel senso che a forza di guardare indietro (gli anni settanta, tanto per fare un esempio) non vai più avanti. O ci vai ma solo per inerzia.

Pillole PoP - © 2017